Commissione tecnica e Comitato prezzi Aifa, nominati i nuovi membri

Roma, 3 ottobre – Fin dal suo insediamento, la ministra della Salute Giulia Grillo aveva indicato nella riorganizzazione dell’Aifa (già oggetto di molte attenzioni critiche e non di rado polemiche quando militava sui banchi dell’opposizione nella precedente legislatura) lo snodo cruciale della nuova governance del farmaco. E proprio l’Aifa è stato l’oggetto delle sue prime, importanti decisioni in materia di farmaci: prima (nel luglio scorso) il lancio del bando per il nuovo direttore generale, con il successivo vaglio delle candidature pervenute e la scelta a inizio settembre di Luca Li Bassi, ratificata dal parere favorevole delle Regioni. Ora è la volta delle due Commissioni più importanti dell’agenzia, della quale costituiscono in buona sostanza il motore: la Commissione consultiva tecnico-scientifica (Cts) e il Comitato prezzi e rimborso (Cpr). La ministra Grillo ha provveduto a varare il decreto che rinnova entrambi gli organismi, composti da dieci membri ciascuno (due dei quali, per entrambi, sono di diritto il direttore generale dell’Aifa Li Bassi e il presidente dell’Iss Walter Ricciardi). Gli altri otto membri sono equamente ripartiti: quattro sono di nomina ministeriale (tre della Salute, uno dei quali con funzione di presidente, e uno del MEF) e quattro di provenienza regionale, designati dalla Conferenza Stato-Regioni.
La nuova Commissione consultiva tecnico-scientifica risulta composta dai membri di nomina ministeriale  Patrizia Popoli (con funzioni di presidente, nella foto), Paolo Schincariol e Armando Genazzani, tutti indicati dalla Salute, e Carlo Caltagirone (designato dal MEF),  e dai quattro membri designati dalla Conferenza Stato-Regioni Antonio Giacomo Maria Addis (Lazio), Anna Maria Marata (Emilia-Romagna), Giovambattista De Sarro, (Calabria) e Ida Fortino (Lombardia). Completano il quadro i già ricordati membri di diritto Li Bassi e Ricciardi
Il Comitato prezzi e rimborso sarà invece costituito da Francesca Tosolini, Paolo Stella e Annalisa Campomori, designati dalla Salute (la prima con funzioni di presidente), da Beniamino Colagrosso, designato dal MEF, e dai quattro desginati dalla Conferenza Stato-Regioni Roberto Banfi (Toscana),  Giovanna Scroccaro (Veneto), Amelia Filippelli (Campania) e Loredano Giorni (Piemonte).

Va ricordato che i componenti non di diritto di entrambi gli organismi durano in carica tre anni e sono rinnovabili consecutivamente per una sola volta. Il decreto di nomina indica anche il loro compenso annuo, pari a 25 mila euro lordi, oneri ovviamente a carico dell’Aifa.

 

Il decreto di nomina di Cts e Cpr Aifa