Aifa, in attesa del nuovo DG un “gestore” per le pratiche correnti

Roma, 4 settembre – Scade oggi il mandato del  direttore generale dell’Aifa Mario Melazzini (che si è già accomiatato con una nota sul suo account Facebook, cfr. RIFday di ieri), senza che sia stata ancora resa nota la figura del suo successore, che scaturirà dalla rosa dei 93 candidati alla posizione che hanno risposto all’avviso pubblico diffuso il 13 luglio scorso dalla ministra della Salute Giulia Grillo (nella foto).
Alla delicata transizione ha dedicato ieri un articolo Il Sole 24 Ore, riferendo che ministero in questi giorni ha lavorato alacremente (e segretamente) per esaminare il consistente drappello dei candidati, ipotizzando che il nome del nuovo DG potrebbe anche  non arrivare oggi, ma entro questa settimana o comunque il più rapidamente possibile. Valgono, in ogni caso, le rassicurazioni diffuse a fine agosto dal ministero con una nota alla stampa: verrà in ogni caso garantita  la piena continuità operativa dell’Agenzia, “senza alcun pregiudizio per i pazienti”. L’ipotesi che avanza Il Sole 24 Ore è quella di una nomina pro tempore per gestire l’ordinaria amministrazione, indicando nel dirigente più anziano, Renato Massimi, il possibile “reggente”.

E’ comunque ragionevole ritenere che la partita delle nomine in Aifa (oltre al DG, vanno nominati anche i dieci componenti del Comitato prezzi e i dieci della Commissione consultiva tecnico-scientifica dell’agenzia, che sono indicati anche da Regioni e ministero dell’Economia) si concluderà già nei prossimi giorni.

|