Antibioticoresistenza, risoluzione Oms per potenziare la lotta

epa06754309 Tedros Adhanom Ghebreyesus (3-R), director general of the World Health Organization (WHO), Michael Moller (3-L), Director General of the United Nations Office at Geneva, and staff members, prepare for the opening of the World Health Assembly at the European headquarters of the United Nations in Geneva, Switzerland, 21 May 2018. EPA/PETER KLAUNZER

Roma, 27 maggio – Con una risoluzione approvata tre giorni fa a Ginevra dall’Assemblea mondiale della sanità, l’Oms invita gli Stati membri a intensificare gli sforzi contro il fenomeno dell’antibiotico-resistenza. Ad annunciarlo è un comunicato stampa della stessa Oms, aggiungendo che la risoluzione esorta anche a finanziare adeguatamente i piani d’azione nazionali multisettoriali contro i super batteri.

Nel dettaglio, il documento concordato e approvato lo scorso 24 maggio  dagli Stati membri esorta a rafforzare le misure di prevenzione e controllo delle infezioni, comprese quelle che riguardano l’igiene e la salubrità dell’acqua. Invita, inoltre, a migliorare la partecipazione al sistema di sorveglianza antimicrobica globale, a garantire un uso prudente degli antimicrobici e a sostenere l’indagine annuale di autovalutazione multisettoriale.

La risoluzione chiede in particolare al direttore generale dell’Oms di insistere con il sostegno ai singoli Paesi nell’attuazione dei piani di azione locali  e di contribuire a mobilitare le risorse finanziarie necessarie, in collaborazione con altre agenzie e partner Onu. Allo stesso direttore generale si chiede anche di mantenere l’elenco dell’Oms che riporta gli antimicrobici di importanza critica per la medicina umana e di tenere gli Stati membri informati sul lavoro portato avanti dall’agenzia sanitaria dell’Onu  in collaborazione con l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura, l’Organizzazione mondiale per la salute degli animali e le altre agenzie dell’Onu.