FarmacistaPiù, ancora una settimana di tempo per candidarsi ai premi

Roma, 9 settembre – Ancora un settimana di tempo per la presentazione delle candidature ai premi istituiti dal Comitato scientifico di FarmacistaPiù, che celebrerà la sua VI edizione a Milano il 4 e 5 ottobre nelle strutture del Mico, il Milano Convention Centre.

Scade infatti il prossimo 16 settembre il termine ultimo per la partecipazione ai cinque riconoscimenti che saranno conferiti in occasione del congresso promosso da Fondazione Cannavò, Fofi e Utifar con la partecipazione di Federfarma.

Si tratta del Premio allo studio Giacomo Leopardi (qui il bando completo)  destinato agli autori di tesi di laurea in Farmacia o Ctf, o di monografie inerenti tre specifiche  tematiche:  “La sinergia tra farmacista e medico per garantire la ricognizione farmacologica, migliorare l’aderenza alle terapie e per il buon governo della cronicità”; “La tecnologia al servizio della professione farmaceutica”; “L’antibiotico resistenza: best practice per la prevenzione, la sorveglianza e piani di monitoraggio e controllo”.
Il Premio alla solidarietà Cosimo Piccinno (qui il bando) è  invece aperto a tutti gli iscritti all’ordine professionale (che potranno partecipare in forma singola o collettiva, come gruppi e associazioni) che abbiano realizzato iniziative di solidarietà.
Il Premio all’innovazione Renato Grendene (qui il bando), anch’esso aperto a tutti i farmacisti, è volto a riconoscere e sostenere le esperienze innovative realizzate secondo modelli di best practice replicabili con benefici per pazienti o per la governance del comparto.
Il Premio alle promesse giovanili Osvaldo Moltedo (qui il bando), riservato a farmacisti iscritti all’albo professionale di etaà inferiore ai 42 anni, vuole incentivare iniziative di supporto dell’attività professionale in farmacia e progetti che si siano particolarmente distinti per gli obiettivi di evoluzione del ruolo del farmacista in farmacia. Anche in questo caso, la partecipazione è ammessa sia in forma singola sia in gruppi e associazioni.
Chiude la lista il Premio Antonio Astolfi (qui il bando), al quale possono concorrere gli autori di tesi di laurea in Farmacia e Ctf  o di lavori scientifici a carattere monografico, che affrontano in modo innovativo tematiche afferenti alla legislazione nazionale o comunitaria in materia di medicinali, prodotti salutari e farmacia.