FarmacistaPiù, tutto pronto per l’edizione 2018 a Roma

Roma, 4 ottobre – Il paziente, il farmacista, la farmacia e l’alleanza interprofessionale per la sostenibilità del Sistema sanitario nazionale: questo il tema che sarà sviluppato nella due giorni di FarmacistaPiù, la grande manifestazione promossa da Fofi, Fondazione Cannavò e Utifar, con la collaborazione di Federfarma (alla sua prima partecipazione nel board degli organizzatori),  che si terrà a Roma il 12 e il 13 ottobre nelle sale dell’Auditorium Parco della Musica.

Un tema cruciale, nel 40° anniversario del Ssn e in una congiuntura che vede la professione farmaceutica e la farmacia impegnate a “ripensarsi” e rimodularsi per affrontare le formidabili sfide che scaturiscono da cambiamenti senza precedenti nella sanità pubblica in generale e nel settore del farmaco più in particolare.

“Sarà un’occasione di confronto che anche nell’edizione 2018 vedrà il mondo della farmacia e i farmacisti  come protagonista principali, in un ncessario confronto con gli altri professionisti della sanità, in particolare quelli che come noi hanno una diretta interlocuzione con i cittadini sul territorio” ha spiegato Luigi d’Ambrosio Lettieri, presidente del Comitato scientifico della manifestazione. Obiettivo dei lavori, oltre a quello di un’analisi dell’attuale situazione e dei suoi prevedibili sviluppi, tra innovazione e sostenibilità, è anche quello di illustrare e  discutere le proposte operative e i programmi che le componenti professionali sindacali e culturali della professione farmaceutica e della farmacia sono impegnate a definire per garantire al servizio farmaceutico di continuare a essere, come è stato fin qui, una delle fondamentali pietre d’angolo della sanità pubblica sul territorio. superando anche la problematica deriva della progressiva riduzione, in Italia e in tuta Europa, dei fondi destinati al welfare.

“L’Italia, così come l’intera Unione europea” ha spiegato al riguardo il presidente della Fofi Andrea Mandelli “sta attraversando un periodo di prolungato rallentamento economico, cui si accompagna una fase di importanti restrizioni di bilancio, che a loro volta si traducono in politiche volte a limitare o ridurre la spesa per le politiche di welfare,  in particolare per i servizi sanitari. La sanità, voce importante del bilancio pubblico,  è infatti ievitabilmente oggetto di ripetuti interventi di contenimento”.

Per Marco Cossolo, presidente di Federfarma, FarmacistaPiù rappresenta “un’importante occasione per illustrare alla comunità professionale le proposte operative che, in collaborazione con Fofi e Utifar, stiamo portando avanti per restituire stabilità economica alla farmacia e dignità al nostro lavoro”.

Ma la manifestazione non verrà meno, come ricordato da Enrica Bianchi, presidente della Fondazione Francesco Cannavò, alla sua tradiozionale proposta di aggiornamento professionale, proponendo anche sessioni di lavoro dedicate ad “argomenti pratici, attuali, contenuti di livello e stimolanti. Le sfide sono costanti per il farmacista, soprattutto in un momento di cambiamenti come quello che viviamo oggi”.

Il programma congressuale FarmacistaPiù, giunto quest’anno alla sua quinta edizione, è disponibile qui. I lavori saranno aperti dalla Cerimonia inaugurale (sala 1, ore 9.30 divenerdì 12 ottobre), alla presenza delle autorità politiche e sanitarie. Per quanto riguarda le informazioni organizzative e logistiche,  a questo link sono agevolmente raggiungibili l’elenco degli hotel convenzionati e alcune utili indicazioni sui trasporti.