Farma&Friends Xmas, raccolti 60 mila euro per progetti per l’infanzia

Roma, 20 dicembre – Nuovo positivo capitolo per Farma&Friends, l’iniziativa di beneficenza promossa da Federfarma Roma, ormai diventata “un vero brand, una garanzia di qualità”, per usare la definizione del suo principale ispiratore, il presidente del sindacato dei titolari romani Vittorio Contarina.

La Xmas Edition tenutasi la sera del 18 dicembre nella suggestiva cornice del Rome Cavalieri Hotel & Resort ha infatti consentito di raccogliere 30 mila euro, cifra  raddoppiata grazie alla generosità dello sponsor della serata, l’azienda Perrigo Italia, branch nazionale dell’azienda statunitense, da più di un secolo leader nel settore dell’healthcare. I 60 mila euro saranno subito devoluti a tre associazioni impegnate nel sostegno all’infanzia: Save The Children, Ong attiva in tutto il mondo, la Fondazione Francesca Rava e CalcioSociale, progetto avviato sul territorio romano per favorire, attraverso lo sport più amato e praticato nel nostro Paese, l’inclusione sociale e l’integrazione, educando i giovanissini ai valori della tolleranza e della condivisione.

Nel corso della serata, che è stata anche un’occasione per scambiarsi gli auguri per le prossime festività,  Gustavo Moltedo, segretario nazionale di Federfarma, e  Alfredo Procaccini, presidente di Sistema Farmacia Italia, hanno ricevuto una speciale targa, come riconoscimento per l’impegno  generoso profuso negli anni  per la categoria. La XMas edition di Farma&Friends, allietata dall’intervento di Irene Grandi, ha visto anche la partecipazione tra gli altri del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti (nella foto) che – intervenendo dal palco della manifestazione – ha passato in rassegna la situazione della sanità laziale, ormai in procinto di lasciarsi definitivamente alle spalle la stagione del commissariamento, senza però perdere l’occasione di ribadire il suo apprezzamento per il ruolo svolto dalle farmacie non solo come presidio di salute e sportello di accesso al sistema, ma anche come presidio identitario di una comunità sociale.

Un apprezzamento che Zingaretti ha anche espresso offrendo il suo endorsement alle ragioni dei farmacisti nella questione sollevata dalla bocciatura, nella discussione sulla manovra di bilancio, dell’emendamento finalizzato a riservare ai professionsiti iscritti all’Albo il 51% delle società di capitale. “Farò il possibile perché venga modificato tutto ciò che è necessario affinché il 51% di qualsiasi farmacia in Italia sia gestita da un farmacista” è l’impegno assunto dal presidente della Regione Lazio, principale candidato alla segreteria del Partito democratico. “Sono le persone, i professionisti  che garantiscono la qualità, la vitalità, la presenza, l’umanità e la professionalità che c’è in un territorio e in un tessuto” ha quindi aggiunto Zingaretti, secondo quanto riferisce un articolo di farmacista33.  “Ed è quello che il mondo ci chiede in questo momento: diventare certo moderni, ma senza disperdere quel patrimonio immenso dato dalla vita, dallo studio, dalla passione, e dalla voglia di sentirsi a casa dentro un Comune o una comunità».