Federfarma, forse in Dl Calabria emendamento su limiti a capitale

Roma, 10 maggio – Farmacia dei servizi, presa in carico della cronicità e  valutazioni sul possibile atteggiamento del governo rispetto al tema del capitale in farmacia sono stti tra i temi forti dell’Assemblea Federfarma svoltasi ieri a Roma. A darne conto è lo stesso notiziario on line del sindacato dei titolari Filodiretto, che sul numero di oggi riporta alcuni dichiarazioni del presidente Marco Cossolo (nella foto).
“Abbiamo esaminato tutta l’attività fatta da Federfarma nei mesi che sono intercorsi dall’Assemblea passata a quella di oggi” spiega il presidente “e  abbiamo ragionato sul percorso che è stato fatto sul fronte della remunerazione e sul Tavolo della farmacia dei servizi, oltre che sulle modifiche statutarie e sulle autonomie”.
Si è poi messo in luce “il cambio di parere che il Governo sta avendo sulle farmacie nell’ottica di un atteggiamento volto a dare importanza al ruolo delle farmacie stesse e al lavoro che si sta facendo per porre dei paletti al capitale”.
Al riguardo, Cossolo afferma che durante l’Assemblea è uscita fuori  la notizia che “la maggioranza di governo intende introdurre nell’iter parlamentare del decreto Calabria, ancora non iniziato, l’emendamento teso a ridurre la presenza del capitale nella compagine societaria della proprietà delle farmacie e che, ovviamente, accogliamo con favore. Al termine dell’Assemblea è stato poi presentato il lavoro che si sta facendo con i Carabinieri e il generale Ferrari sulla possibilità per le farmacie di fare un monitoraggio sullo stato di salute del cuore dei carabinieri, cosa che ovviamente ci inorgoglisce”.

L’Assemblea nazionale aveva all’ordine del giorno anche il bilancio preventivo e consuntivo del sindacato. “Il bilancio consuntivo – ha affermato Michele Pellegrini Calace, tesoriere di Federfarma “anche quest’anno, nonostante la difficoltà delle farmacie è stato positivo con un avanzo di quasi 350mila euro che non è un dato scontato, piuttosto il risultato di una gestione di tutte le risorse di Federfarma e delle sue controllate e partecipate che anche quest’anno è riuscito a portare un ottimo risultato”.