Monitoraggio farmaci,
in vigore dal 28 luglio
il decreto su banca dati

Tra le principali novità, secondo quanto riporta un lancio dell’agenzia  Public Policy facendo riferimento al ministero della Salute,  c’è quella che consente alle aziende farmaceutiche, per i medicinali di cui sono titolari di autorizzazione all”immissione in commercio, l’accesso completo ai dati comunicati alla banca dati centrale della tracciabilità del farmaco, comprensivi dell”indicazione del mittente e del destinatario, per le forniture di medicinali a carico del Servizio sanitario nazionale.