Istat, crollo a dicembre per il fatturato dei farmaci (-13%)

Non è andata meglio agli ordinativi, per i quali a dicembre 2018 si stima una diminuzione congiunturale dell’1,8% rispetto al mese precedente e un calo del 5,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Nel quarto trimestre gli ordinativi registrano un calo del 2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’indice grezzo degli ordinativi segna un calo tendenziale del 5,3%, derivante da diminuzioni sia per il mercato interno (-3,6%) sia per quello estero (-7,6%). Si registra una crescita per il solo comparto dei macchinari e attrezzature (+5,4%), mentre la diminuzione più marcata si rileva per l’industria delle apparecchiature elettriche (-21,4%).

Va molto male, però, anche allindustria farmaceutica, che segna una perdita a due cifre (-13,0%) e ha di che lamentarsi anche l’industria chimica (-8,5%). L’indice grezzo degli ordinativi segna un calo tendenziale del 5,3%, derivante da diminuzioni sia per il mercato interno (-3,6%) sia per quello estero (-7,6%). In caduta libera, per l’industria farmaceutica, anche gli ordinativi: a dicembre 2018, rispetto a dicembre 2017, sono diminuiti del 14,6%