Manovra di bilancio, comincia oggi il rush finale a Montecitorio

Roma, 27 dicembre -Ancora 72 ore, ovvero tre giorni,  e Montecitorio  chiuderà definitivamente i giochi sulla legge di bilancio per il 2019, che dopo il voto dell’Assemblea (previsto nella migliore delle ipotesi nella notte tra venerdì 28 e il sabato successivo, e nella peggiore entro l’ora di pranzo del 29) per poi consegnarla al Capo dello Stato per la firma e la promulgazione con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Una marcia a tappe forzate dettata dalla necessità di chiudere prima che il 2018 esali il suo ultimo respiro, per evitare l’esercizio provvisorio di bilancio.

Questo il serratissimo cronoprogramma degli ultimi passaggi del provvedimento. Oggi, 27 dicembre, il testo approda a Montecitorio: la Commissione Bilancio è convocata alle 10.30 e lavorerà per tutta la giornata, con la possibilità di essere costretta a fare nottata. Alle 13 di oggi scade il termine per la presentazione degli emendamenti.

Esaurito il suo lavoro, la previsto  che la Commissione passi subito la passa all’Aula, anche se non si può del tutto escludere l’ipotesi che il testo sia licenziato dalla Commissione stessa già nella notte tra il venerdì 27 e sabato 28. Il governo porrà la questione di fiducia, puntando a incassarla nella notte successiva, tra venerdì 28 e sabato 29 o al massimo (come già dettto)  entro l’ora di pranzo del 29. Subito dopo ci sarà il voto finale sul testo. Va segnalato che domani, 28 dicembre, dalle 10 in poi, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte risponderà ai giornalisti nella consueta conferenza stampa di fine anno.