Ministero della Salute, è Coletto il nuovo sottosegretario

Roma, 29 novembre – Luca Coletto (nella foto), assessore regionale alla Sanità e presidente di Agenas,  è il nuovo sottosegretario alla Salute. Subentra, in una staffetta tutta  nordestina, al suo collega di  partito Maurizio Fugatti, eletto presidente della Provincia di Trento.

Coletto, veronese, classe 1961, vanta una ormai lunga carriera di amministratore e politico, iniziata nel 1995. Dopo le prime esperienze amministrative
in ambito comunale e provinciale a Verona, culminate con gli incarichi di vicepresidente e di assessore  all’Ambiente e alle politiche faunistiche della giunta provinciale, Coletto ha fatto il suo ingresso in Regione Veneto, dove dal 2010 è assessore alle Politiche Sanitarie. In questa veste, è stato anche  coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.
Proprio il lavoro svolto in qualità di assessore e il continuo confronto con i colleghi di tutte le Regioni, tradottisi in una profonda conoscenza della sanità italiana, hanno portato la Conferenza delle Regioni a indicare Coletto, nell’estate del 2016,  come nuovo presidente dell’Agenas, l’Agenzia nazionale dei servizi sanitari regionali.
Grande soddisfazione per l’arrico al governo di Coletto è stata subito espressa dal suo presidente regionale, Luca Zaia: “La nomina dell’assessore Luca Coletto a sottosegretario alla Sanità è davvero una splendida notizia. Auguro all’amico e collega un buon lavoro insieme a una grandissimo in bocca al lupo” ha  commentato Zaia, che ha salutato “la bella notizia” come un riconoscimento “al  valore del lavoro fatto in questi anni sulla sanità veneta”.

“Ringrazio il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ma anche il vicepremier e ministro Matteo Salvini per la sensibilità dimostrata indicando politicamente un uomo del Veneto” ha aggiunto Zaia “che non ho dubbi garantirà non soltanto grandi risultati ma porterà anche quella visione di grande efficienza peculiare del Veneto, nella qualità delle cure, nel rigore sull’erogazione dei servizi e sulla spesa, sulla lotta agli sprechi, sull’innovazione tipica della nostra regione. Da otto anni Coletto è impegnato senza risparmio in questa battaglia per l’eccellenza, e possiede tutti gli skills professionali per portare questo vento nuovo a Roma”.
“Sono certo che questa nomina sarà utile a tutto il Paese, a Nord come a Sud” ha concluso Zaia “perché consentirà al Servizio sanitario nazionale di compiere un altro salto di qualità. È, insisto, un grande riconoscimento per la sanità del Veneto”.

Al neo sottosegretario, i più sinceri e sentiti auguri di buon lavoro da parte dell’Ordine dei Farmacisti di Roma e di RIFday.