Ministero, Speranza vara la squadra, Zaccardi capo di gabinetto

 

Roma, 11 settembre – Che Roberto Speranza godesse della fama di essere, nell’esercizio dell’attività politica,  una specie di “primo della classe” dotato di grande capacità di lavoro e sempre sul pezzo, era cosa nota. Un’ulteriore conferma – secondo quanto anticipa quotidianosanità.it, arriva dalla velocità con la quale il nuovo titolare della Salute ha provveduto alla definizione della squadra dei suoi più diretti collaboratori al Ministero.

Speranza ha infatti già nominato il suo capo di gabinetto, che sarà il toscano Goffredo Zaccardi (nella foto), 76 anni, consigliere di Stato che ha già ricoperto lo stesso incarico in due diversi ministeri: il ministero dell’Ambiente dal 1996 al 2001, sotto tre diversi ministri (Paolo Baratta, Edoardo Ronchi e Willer Bordon) e  il Mise (prima con Pierluigi Bersani, dal 2006 al 2008, gli anni delle ‘lenzuolate’, e poi con Flavio Zanonato, dal 2013 al 2014 ).

Ma – oltre alla una corposa e prestigiosa carriera nella magistratura amministrativa, che lo ha portato fino alla presidenza della IV sezione del Consiglio di Stato – Zaccardi (laureato in Giurisprudenza all’Università di Pisa) vanta anche una lunga teoria di collaborazioni in ambito  governativo, dove già nel 1981 era consigliere giuridico presso il Dipartimento Affari giuridici e legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In seguito, è stato anche capo dell’Ufficio legislativo del ministero dei Beni culturali ( 1983-87) e del ministero dell’Ambiente ( (1992-93).  Tra i molti incarichi, Zaccardi ha ricoperto dal 2012 al 2013 anche quello di consigliere giuridico del Commissario delegato per l’emergenza sisma in Emilia Romagna Vasco Errani.

Una figura di grande spessore ed esperienza, dunque, che nel dicastero affidato a Speranza nel nuovo Governo Conte sarà affiancata dalla vice capo di Gabinetto Tiziana Coccoluto,  magistrato di 52 anni del Tribunale di Roma. Anche la Coccoluto vanta precedenti esperienze in ambito governativo. Ha infatti  ricoperto il ruolo di Capo di Gabinetto al ministero dei Beni culturali con Dario Franceschini e,  al termine del mandato governativo di questi, è stata confermata nell’incarico dal successivo titolare del dicastero, Alberto Bonisoli.

Speranza ha anche coperta un’altra importante casella dell’organigramma, quella di capo dell’Ufficio legislativo di Lungotevere Ripa, affidandola a Luca Montefferante, abruzzese di Vasto, 49 anni. In magistratura dal 1997, prima come giudice ordinario presso il Tribunale di Lanciano e quindi nei ranghi della giustizia amministrativa presso il Tar Lombardia e quindi presso il Tar Molise. Nel maggio 2011 è stato nominato componente dell’Ufficio Studi, massimario e formazione del Consiglio di Stato. Non risultano precedenti collaborazioni in ambito governativo