Ricetta elettronica veterinaria, rinvio nella bozza del Milleproroghe

 

Roma, 20 luglio – Si prospetta uno slittamento in avanti per l’obbligo di ricetta elettronica per la prescrizione dei farmaci veterinari. Una disposizione in questo senso è infatti contenuta nella bozza del decreto Milleproroghe, che sarà all’esame del Consiglio dei Ministri all’inizio della prossima settimana.
Il termine del 1° settembre, data dalla quale i medici veterinari avrebbero dovuto prescrivere farmaci solo tramite ricetta elettronica, in attuazione di quanto previsto dall’art. 3 della legge n. 167 del 2017,  viene differito di tre mesi e spostato al 1° dicembre 2018.

Per un rinvio della misura si erano attivamente adoperati nelle scorse settimane prima i farmacisti, con Federfarma e Assofarm, e quindi gli stessi veterinari della Sivelp, che in in una lettera al ministero della Salute avevano evidenziato come un troppo repentino passaggio alla ricetta elettronica veterinaria avrebbe potuto “mettere in grave crisi il sistema, che non riuscirebbe più a garantire la necessaria copertura terapeutica, anche per gli interventi urgenti”.