Roma, Stati generali Federfarma, definito il programma

Roma, 12 febbraio – Conto alla rovescia per gli Stati generali della farmacia italiana, l’appuntamento promosso e organizzato dalla Federfarma giunto quest’anno alla sua seconda edizione, dedicata al tema “Quando il sistema crea valore”, che si terrà a Roma tra poco più di due settimane, il prossimo 28 febbraio, ancora una volta nel centro congressi dell’hotel Rome Cavalieri (via Cadlolo, 101).

Definito il programma della manifestazione, vera e propria adunata nazionale del sindacato nel corso della quale vertici e base si incontrano per un confronto interno sui temi e le questioni di maggiore attualità e importanza per la farmacia, per poi aprire il dibattito con i rappresentanti della politica, delle istituzioni e delle altre componenti della filiera.

La manifestazione (realizzata con il contributo non condizionato di Mylan) prevede due sessioni. La prima avrà inizio alle ore 15, dopo la registrazione dei partecipanti (a partire dalle ore 14) e prevede in buona sostanza un’esaustiva ricognizione sia delle iniziative e attività fin qui condotte dal sindacato, sia quelle ancora in essere, sia i progetti in fase di sviluppo per  sostenere e affermare ulteriormente il ruolo delle farmacie nello scenario sanitario nazionale. La seconda sessione serale (dopo un breve pit stop per la cena dalle ore 20 alle 21) è dedicata al confronto con i rappresentanti della politica e delle istituzioni, ai quali saranno illustrate le proposte di Federfarma per rendere sempre più efficace, efficiente e sostenibile l’attività delle farmacie.

Vittorio Contarina, vice presidente nazionale di Federfarma e di fatto “padrone di casa” nella sua qualità di presidente di Federfarma Roma, esprime sull’house organ del sindacato Filodiretto soddisfazione per il lavoro organizzativo svolto fin qui, che permetterà alla manifestazione di contare sulla presenza dei principali stakeholders del settore e dei rappresentanti di tutto l’arco parlamentare.  “L’evento assume un’importanza straordinaria per condividere con tutti i principali interlocutori, ma anche con i titolari di farmacia, i progetti e le iniziative promosse da Federfarma e definire con il Governo e il Parlamento un percorso per dare attuazione a tali progetti” spiega Contarina su Filodiretto, per poi reiterare la “chiamata a raccolta” degli iscritti al sindacato: “È fondamentale la partecipazione del maggior numero possibile di colleghi” conclude infatti il vicepresidente nazionale del sindacato.

Federfarma, sempre  secondo quanto riferisce il notiziario del sindacato, ha chiesto alle sue articolazioni territoriali di farsi carico della partecipazione agli Stati generali, innanzitutto, dei componenti dei propri Consigli direttivi e di organizzare anche la trasferta a Roma dei titolari di farmacia aderenti, “in modo da dare ad un ampio numero di farmacisti la possibilità di assistere ai lavori e di comprendere meglio il contesto e le scelte strategiche della Federazione nazionale”.

Per partecipare, è necessario confermare la propria presenza  inviando una mail a statigenerali@federfarma.it, oppure chiamando il numero telefonico di  Federfarma Roma  06-4463140, indicando il numero di partecipanti per i quali si chiede la registrazione. Dall’obbligo della comunicazione sono esclusi soltanto i componenti dell’Assemblea nazionale. Al raggiungimento della capienza massima della sala, verranno sospese le adesioni.