Rostan e Fornaro (Leu): “Parafarmacie, serve riforma integrale”

Roma, 30 aprile – “Una riforma integrale del settore delle parafarmacie, per aprire spazi di mercato, creare opportunità di lavoro, avvicinare i servizi ai cittadini”.

A chiederlo, in un comunicato stampa diramato ieri,  sono i deputati Federico Fornaro, capogruppo alla Camera di Liberi e Uguali, e Michela Rostan (nella foto),  vicepresidente della Commissione Sanità e Affari sociali, a margine degli Stati generali delle parafarmacie e del farmacista libero che si sono svolti domenica scorsa a Roma presso la Facoltà di Scienze statistiche della Sapienza.

“La riforma – argomentano i due parlamentari di Leu – deve mirare a portare più prodotti e più servizi nelle Parafarmacie, in quella rete di prossimità vasta che può determinare, per effetto della concorrenza, vantaggi economici ai cittadini e nuove opportunità di lavoro. Il tutto mantenendo le garanzie legate all’obbligatorietà della figura del farmacista, che è ruolo di tutela per l’utenza. Con le nostre interrogazioni sul delisting, sull’autorizzazione alla vendita della fascia C e sui Centri di prenotazione abbiamo già tracciato” concludono Fornaro e Rostan (firmatari in diverse occasioni di emendamenti sulle stesse materie) “abbiamo già tracciato le linee delle nostre idee, e siamo pronti a promuovere un confronto con tutte le organizzazioni per definire insieme il migliore assetto possibile per il settore”.