Saitta: Gare e risparmi su generici e biosimilari, così sistema può reggere

Roma, 3 dicembre – “Stiamo facendo il tentativo di portare un elemento di concorrenza dentro il mondo delle aziende farmaceutiche, che finora non l’aveva, perché ci poniamo il problema della sostenibilità del sistema sanitario”.

Lo afferma l’assessore alla Sanità del Piemonte Antonio Saitta (nella foto), coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni, che il tentativo l’ha già reso concreto un mese fa, organizzando una gara congiunta per l’acquisto di farmaci che ha coinvolto oltre al Piemonte anche le Regioni Veneto, Valle d’Aosta, Lazio e Sardegna.

Il frutto è consistito in ribassi fra il 60% e l’80%, con un risparmio per il solo Piemonte di circa 41 milioni, somma che ha finanziato la spesa per l’acquisto dei farmaci oncologici innovativi.
Su questo tema, e in particolare sui farmaci equivalenti e biosimilari, Saitta ha organizzato sabato scorso  a Torino un convegno che ha visto la partecipazione fra gli altri degli assessori di Lazio e Sardegna, Alessio d’Amato e Luigi Arru.