Sanità pubblica, Ricciardi (Iss) nominato presidente della Wfpha

Roma, 22 maggio – Incarico prestigioso per Walter Ricciardi (nella foto), presidente dell’Istituto superiore di sanità, nominato alla presidenza della World federation of public health association (in sigla Wfpha), la federazione mondiale che riunisce oltre 120 organizzazioni che si occupano di salute pubblica.

Ad annunciarlo è una nota dello stesso Iss, che registra le prime dichiarazioni del neo-presidente Mfpha: “Sono onorato di questa carica che permetterà di portare la nostra tradizione della Sanità pubblica in tutto il mondo”  afferma Ricciardi. “La presidenza italiana è infatti un’occasione per sostenere una visione universalistica della sanità basata sul principio etico dell’equità”.

Il presidente dell’Iss assicura che la sua presidenza sarà guidata “dall’impegno nella sfida di trasformare la tutela della salute in un’istanza presente in tutte le politiche: educative, ambientali, industriali, poiché solo così è possibile costruire sistemi sanitari equi e sostenibili anche nel futuro”.

Ricciardi rivolge quindi un pubblico ringraziamento alla Società italiana di medicina preventiva e sanità pubblica (SItI) e all’European public health association, (Eupha), che “in diverse sedi hanno proposto e sostenuto la mia candidatura”.

La Wfpha, fondata a Washington nel 1967, è un’organizzazione internazionale non governativa e multi-professionale che riunisce professionisti della salute pubblica coinvolti nella tutela e promozione della salute pubblica attraverso lo scambio, la collaborazione e l’azione professionale. I suoi membri sono associazioni nazionali e regionali di sanità pubblica e associazioni regionali di scuole di salute pubblica. La Wfpha, che fa parte delle organizzazioni non governative (Ong) della World health organisation (Who), terrà il suo prossimo congresso mondiale – che ha cadenza triennale – proprio a Roma,  dal 12 al 17 ottobre 2020. Si tratta di un evento importante, ormai giunto alla sua XVI edizione,  nel corso della quale professionisti ed esperti di sanità pubblica di tutto il mondo  si incontrano per un confronto su iniziative sanitarie globali. I partner e le organizzazioni di supporto del congresso romano del 2020 saranno il ministero della Salute, l’Iss, l’Aifa, il Comune di Roma, la Regione Lazio, l’Università Sapienza di Roma, l’Università Cattolica di Roma , Farmindustria e diverse associazioni italiane per la prevenzione sanitaria. Co-presidenti della conferenza saranno Carlo Signorelli, presidente della Società italiana di Igiene, Medicina preventiva e Sanità pubblica e, ovviamente, lo stesso Ricciardi.