Uso e abuso di farmaci, parte a Roma il progetto “Scuole in farmacia”

Roma, 26 febbraio – Si chiama “Scuole in farmacia” ed è un progetto di fare-edutainment.it, piattaforma di marketing educazionale nata per  progettare attività per bambini finalizzate a un apprendimento informale e duraturo, Diventata in breve un punto di riferimento nel settore didattico-laboratoriale per le scuole in progetti ad alto contenuto formativo, fare-edutainment.it ha lanciato tre anni fa una nuova sfida: restituire alle imprese e ai luoghi di produzione il giusto valore culturale e sociale immaginando un obiettivo didattico e una prospettiva educazionale.

Una sfida che ha subito coinvolto anche la farmacia, realtà connaturata in ogni tessuto urbano e rurale e riferimento naturale, anche solo in termini di presenza, per ogni cittadino, alla stregua della chiesa  con il suo campanile. Una rete e un patrimonio culturale, storico e scientifico, quelli delle farmacie, ideali dunque per essere messi a disposizione delle scuole.

Da qui il progetto “Scuole in farmacia”, che ora si accinge a partire anche a Roma, secondo modalità operative ormai sperimentate, che prevedono incontri vivi con gli scolari e gli studenti  nelle scuole e/o in farmacia, per  proporre attività divulgative, far conoscere la professione e affrontare temi di interesse e attualità.

Il tema scelto per quest’anno, “Uso e abuso di farmaci nei ragazzi” (nella foto il banner) è indirizzato agli studenti delle scuole medie ed è finalizzato a far conoscere e a creare una sensibilità rispetto al tema dell’utilizzo improprio dei farmaci.
Le farmacie associate a Federfarma Roma interessate a partecipare dovranno prima entrare nel Circuito nazionale www.scuoleinfarmacia.it, che garantirà il supporto didattico e comunicativo, ma anche logistico per l’organizzazione degli incontri (nelle scuole o nelle farmacie) e il materiale informativo e didattico da distribuire ai ragazzi partecipanti.

Gli incontri con gli studenti sono tenuti direttamente dal farmacista, in farmacia o in aule messe a disposizione nelle scuole, con la presenza degli insegnanti. La lezione, in accordo con gli stilemi e le modalità operative di fare-edutainment.it, sarà informale e lascerà spazio anche al gioco: nell’arco di circa un’ora e venti minuti, il farmacista disporrà di tutti gli strumenti per guadagnarsi l’attenzione e l’interesse degli studenti e trasferire nel modo più efficace informazioni e contenuti educativi.  La lista degli argomenti viene fornita al farmacista, i cui saperi specifici sono integrati e supportati dai materiali adibiti alla lezione.

Per aderire al progetto è previsto un fee  (che per gli iscritti a Federfarma Roma è di 80 euro più iva (in luogo dei 128 previsti). La quota  è comprensiva, oltre che dell’iscrizione nel circuito nazionalewww.scuoleinfarmacia.it, dei materiali didattici e divulgativi.